La Cooperativa, in collaborazione con Arciragazzi Portici “Utopia Attanasio”, organizza attività internazionali nell’ambito del Programma Erasmus +, tra cui: scambi giovanili internazionali, visite studio e training. Tra gli obiettivi vi sono quello di favorire la mobilità giovanile, il confronto culturale ed il reciproco arricchimento, l’utilizzo di approcci educativi non formali, il rafforzamento delle competenze degli youth workers.



Nel 2015, Shannara è stata direttamente promotrice della seguente attività:

2015,6/11 Settembre: MEDA YOUTH IMMIGRATION,
Study Visit (Portici,Napoli) Progetto finanziato dalla Commissione Europea – Erasmus +

Promoter: Cooperativa Sociale Shannara Onlus
ID Number: 2015-1-IT03-KA105-005683

Attività: La visita studio ha coinvolto n.9 paesi e n.24 educatori sociali/youth worker/volontari che lavorano con i giovani con poche opportunità e si è focalizzata sull’azione-reazione della causa-effetto dell’immigrazione giovanile dai paesi dell’area Mediterranea. Lo staff Italiano (specializzato nell’accoglienza e presa in carico dei minori/giovani immigrati) ha mostrato alcuni degli effetti di questo fenomeno per dare ai paesi dell’area mediterranea punti di vista differenti per lavorare sulle cause. Lo scopo della visita studio è stato quello di offrire ai paesi del Mediterraneo delle informazioni di base per comprendere meglio i bisogni dei giovani così da sviluppare e pianificare migliori risposte alle esigenze dei giovani locali offrendo loro maggiori strumenti per migliorare il loro processo educativo e di coesione sociale e, nuovi strumenti per il diritto di scelta di una migrazione cosciente. Invece, i paesi del Mediterraneo hanno offerto ai paesi Europei coinvolti strumenti interculturali per una migliore comprensione della cultura di provenienza e per migliorare il livello delle competenze e le skills degli youth worker europei per la promozione del dialogo interculturale e inter-religioso, inclusione sociale e solidarietà per i giovani immigrati dell’area mediterranea nei paesi Europei.
Sono state previste attività di apprendimento non formale: incontri con i giovani immigrati (ragazzi e ragazze); tavole  rotonde con esperti nel campo dell’immigrazione giovanile che hanno facilitato il processo di apprendimento dei partecipanti per dare un punto di vista differente sulle problematiche giovanili nei paesi di origine. Gli obiettivi e le priorità di questo progetto sono state: migliorare la qualità degli interventi per favorire progressi nel lavoro giovanile e/o degli altri stakeholders; stimolare e incoraggiare la reciproca conoscenza culturale e comprensione tra i giovani dell’area Euro- Mediterranea; combattere stereotipi e pregiudizi e promuovere la cittadinanza attiva tra i giovani e accrescere il loro senso  di solidarietà.

Paesi: Italia, Spagna, Regno Unito, Malta, Giordania, Palestina, Marocco, Tunisia, Egitto.