Centro Donna “Utopia Elodia”

Sorto nel 1997 come attività di supporto alla genitorialità delle minori accolte nelle comunità, poi trasformato in un centro  di ascolto donna. Il centro offre servizi per il ‘disagio adulto’ alle persone italiane e/o straniere che, per contingenti situazioni di disagio, vivono in condizioni di vulnerabilità e precarietà sociale. L’obiettivo generale di questa tipologia di servizi consiste nel fornire risposte di emergenza rispetto alla soddisfazione di bisogni primari o di necessità, ma a medio - lungo periodo consiste anche nel costruire percorsi di autonomia o affrancamento dalle condizioni di difficoltà attraverso la progettazione di percorsi individualizzati di inserimento e integrazione sociale con interventi di supporto e assistenza psicologica e sociale, servizi di sostegno all’autonomia e all’inserimento occupazionale. Il Centro “Utopia Elodia” favorisce tramite un’ attività di informazione la presa di coscienza del fenomeno e promuove una cultura centrata sui diritti umani, sull’uguaglianza di genere e contro ogni tipo di discriminazione fondata sull’orientamento sessuale e l’identità di genere, attraverso azioni di formazione e sensibilizzazione territoriale che coinvolgono non solo la nostra utenza ma la cittadinanza tutta. Viene attualmente gestito in forma volontaria ed opera in collegamento con i Centri Antiviolenza inseriti all’interno della rete “Donne in Rete contro la Violenza” – DiRe effettuando un colloquio di primo accesso, con il supporto di personale specializzato, e l’invio ai Centri specializzati.


MANIFESTAZIONI

2015, 25 NOVEMBRE: GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE
Organizzato da Cooperativa Shannara, Comune di Portici,Arciragazzi Portici, UDI Unione Donne in Italia, One Billion Rising  ( Portici )

ATTIVITÀ: Il gruppo giovani  ha organizzato un' evento pubblico denunciando la violenza di genere con un chiaro riferimento al progetto FREAKS! realizzato dall’Arciragazzi Portici. L’evento è stato inserito a carattere Internazionale nella campagna One Billion Rising e nell’evento Nazionale “Un posto occupato” che prevede di riservare un “posto” in memoria delle donne vittime di ogni forma di violenza. Le attrici che hanno dato adesione in maniera gratuita sono Sara Carbone, che è anche una delle attrici del film "Mater Natura", insieme all'attrice Veronica Astuni.

2015, 20 NOVEMBRE : TDOR, TRANSGENDER DAY OF REMENBRANCE
Organizzato da Arcigay, Associazione Trans Napoli.

Organizzato dall' Arcigay Napoli dà il via, per il secondo anno consecutivo, a un’iniziativa contro la transfobia. A pochi giorni delle aggressioni di Antonella  ( aggredita da un cliente mentre si prostituiva ) e Rosa ( che ha tenuto uno dei workshop durante lo scambio è invece stata picchiata e cacciata di casa dai familiari)  attraverso una campagna dal titolo #OrgoglioTrans, l' associazione LGBT ha dato vita ad un’iniziativa di sensibilizzazione che vede per la prima volta interpreti dell’orgoglio delle persone trans chi conosce realmente tale condizione, e se ne fa portavoce in maniera positiva attraverso uno scatto. I soci giovani dell'Arciragazzi ed il Comune di Portici hanno aderito alla campagna con hashtag e preso parte all'evento pubblico tenutosi a Napoli. Personale della Cooperativa ha sostenuto e partecipato direttamente all’evento.

2015,8 Marzo : NOI DICIAMO NO IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO
Evento patrocinato dal Comune di Portici

Promoter: Coop. Shannara,Arciragazzi Portici,UDI, Roller,Miglio D’Oro Art,One Billion Rising

Attività: giornata di proiezioni di video,spot e cortometraggi inerenti alle problematicità legate al mondo femminile con uno sguardo alla parità di genere. Arciragazzi Portici ha curato anche lo spazio bimbi attraverso giochi atti a stimolare la cooperazione e non la prevaricazione di un sesso sull’altro.